Se c’è il calcio di mezzo, tutti zitti?

Forse non lo sapete, ma se non ci fosse il calcio dovrei cercarmi un nuovo lavoro, quindi queste poche righe non sono dettate da un odio per lo sport più diffuso (e discusso) d’Italia. Capita che ieri venga lasciato un treno passeggeri in balia di un’orda di bestie che hanno fatto 500.000 euro di danni per seguire il Napoli a Roma. Passeggeri defenestrati a calci nel culo con le loro valigie sbattute fuori perché loro dovevano partire e fare casino. Fin qui i fatti. La cosa davvero incredibile è che se ci fosse stata una manifestazione no-global che avesse procurato un decimo, un centesimo dei danni fatti dai tifosi, avremmo fatto fatica a raccogliere tutte le dichiarazioni di condanna e sdegno dei nostri cari politici alle varie agenzie di stampa e alle TV. Invece… oggi parla solo Abete, Maroni deve essere in vacanza o essersi dimenticato di essere ministro dell’interno, Berlusconi non vuole sentir parlare di calcio perché il suo Milan ha perso, insomma nessuno fa la voce grossa. Si pensa, come al solito, di vietare le trasferte, giusto per sparare nel mucchio, cosa che questo governo riesce a fare benissimo: mi ricordano quei simpatici cartelli appesi nelle pizzerie di paese con scritto “per colpa di qualcuno non si fa credito a nessuno”. Quindi, al solito provvedimento che taglia la testa al toro ma non risolve il problema si accompagna un silenzio incomprensibile in teoria, ma comprensibilissimo se si pensa a un governo che coi suoi esponenti è sempre stato pronto ad avere come bersagli quelli che sono i bersagli dell’italiano medio un po’ ignorante e un po’ disinformato: rom, gay, poveri, tutti i deboli, perché l’italiano medio è forte con i deboli e debole coi forti, quindi anche il governo deve esserlo. Sparare a zero contro il calcio e gli ultras alla prima giornata avrebbe significato conquistarsi qualche antipatia, insomma il calcio è una religione e allora i 500.000  euro diventano qualcosa di tollerabile (tanto paghiamo noi, diverso se avessero sfasciato qualche negozio, la proprietà privata è sacra) per i politici. No comment…

Annunci

3 commenti

Archiviato in Italia

3 risposte a “Se c’è il calcio di mezzo, tutti zitti?

  1. ConteZero

    Che, tra l’altro, se il calcio lo colpissero per bene una volta, ma a sradicare (come fecero in Inghilterra) poi diventerebbe molto più divertente averci a che fare.

  2. gabrielik69

    sì ma gli ultras votano! meglio non toccarli o, se si vuole reagire, si colpiscono tutti coloro che vogliono assistere a una partita di calcio

  3. Hai perfettamente ragione. Ti andrebbe di fare scambio di link? ti aspetto da me se accetti. Grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...